Dott.ssa Olivia Niccolini

Per appuntamenti ed info contattare la segreteria al numero telefonico:

0571-684636     oppure    0571-1771011


 

Topografia corneale e OCT (tomografia a coerenza ottica)

 

  

TOPOGRAFIA CORNEALE

A cosa serve topografia corneale? La topografia corneale consente di misurare la curvatura della superficie della cornea, costruendo una mappa colorata in cui ogni colore corrisponde a una curvatura più o meno accentuata.

Quali pazienti possono effettuare la topografia corneale? La topografia corneale è un esame di screening utile a tutti, in particolare è indicata per chi è affetto da cheratocono e per i pazienti che devono essere sottoposti a chirurgia refrattiva o che hanno già affrontato un intervento con il laser. E' inoltre utile per studiare gli effetti delle lenti a contatto sulla cornea e per costruire le stesse lenti.

Sono previste norme di preparazione all'esame?

Prima di sottoporsi a topografia corneale è necessario non utilizzare lenti a contatto per almeno 2/3 giorni.

La topografia corneale è dolorosa o pericolosa?

La topografia corneale è un esame non invasivo, senza contatto con il paziente e che non richiede nemmeno l'uso di colliri.

 

 

OCT

(Tomografia a Coerenza Ottica)

+RETINOGRAFO

L'OCT permette di ottenere delle scansioni corneali e retiniche molto precise che consentono di analizzare nel dettaglio gli strati della cornea, la regione centrale della retina denominata macula ed il nervo ottico.

Questa metodica di esame consente la diagnosi ed il follow-up di numerose patologie corneali e retiniche come ad esempio la degenerazione maculare senile, la retinopatia diabetica ed il glaucoma.

E' inoltre particolarmente utile nei casi di edema maculare di varia origine.

 

 

Campo visivo

 

 

CV Computerizzato di Screening Generale o Periferico.

 

 

 

 

CV Computerizzato di Screening per pazienti

con Familiarità per Glaucoma.

 

 

 

CV Computerizzato, di controllo per pazienti con Glaucoma o in terapia per Glaucoma.

 


 

 

 

 

CV Computerizzto GPA

(Guided Progression Analysis).

 

Una volta che il paziente glaucomatoso o con sospetto glaucoma esegue tre o più test è possibile eseguire il GPA.

Il GPA è un sofware per il perimetro Humphrey, realizzata per agevolare i medici nell'identificazione e quantificazione della perdita progressiva del campo visivo statisticamente significativa nei pazienti affetti da glaucoma, confrontando i vari campi visivi eseguiti dal paziente.

 

 

CV Computerizzato per la valutazione della Tossicità del Farmaco.

 

 

Pazienti sottoposti per lungo tempo a trattamenti con clorochina o idrossiclorochina (Plaquenil), vengono frequentemente inviati a controlli oculistici per gli effetti tossici che questi farmaci possono avere a livello maculare o corneale.

Un esame di controllo è il CV computerizzato con il programma 10-2 Sita Standard o Fast con stimolo rosso o

bianco.

 

CV Computerizzato per la valutazione

di Danni Neurologici.

 

 

 

 

CV Computerizzato regolamentare per il Rinnovo patenti.

 

 

 

CV Computerizzato per accertamenti

Medico Legali.

 

 

E' un esame che permette la quantificazione del residuo perimetrico per motivi medico legali.

E' un esame che tiene conto delle aree perimetriche più importanti dal punto di vista funzionale (campo visivo para-centrale ed inferiore), aumentando il numero dei punti esplorati in quelle zone la cui integrità è fondamentale per assicurare l'autonomia nell'ambiente; su 100 punti esplorati, infatti, 60 sono collocati nell'emicampo visivo inferiore (più importante per la mobilità nell'ambiente e per la lettura) e solo 40 in quello superiore; 64 punti, inoltre, sono collocati nel campo visivo para-centrale (5-30°) e solo 36 in quello periferico (30-60°), meno importante per l'autonomia.